La viabilità è l’emblema del fallimento dell’amministrazione Gambacorta

La mancata realizzazione della variante Manna Cardito è l’emblema del fallimento dell’amministrazione uscente.

Esiste da circa 15 anni un finanziamento di 35 milioni di euro per realizzare l’opera, ma ad oggi non è stata posata nemmeno la prima pietra.

Eppure si tratta di una strada di appena 4 chilometri.

Gambacorta non è stato capace di realizzare nulla, nemmeno ricoprendo il doppio ruolo di Sindaco e di Presidente della Provincia.

Questa è la prova della sua incapacità politica ed amministrativa.

Il finanziamento per la realizzazione della strada, infatti, è stato affidato alla Provincia. Per questo motivo Gambacorta aveva tutti gli strumenti per sbloccare il cantiere in qualità di Presidente.

Evidentemente gli è mancato lo strumento più importante: la capacità di saper amministrare.

Intanto il centro storico di Ariano ed il commercio sono in sofferenza, mentre a svilupparsi sono altre realtà come Grottaminarda e Mirabella.

Vogliamo spiegare alla gente i motivi della mancata realizzazione della strada, motivi che risiedono in un’opera megalomane voluta per incapacità politica e per la cui realizzazione non bastano neanche i soldi che sono stati stanziati.

Gambacorta vuole far partire la strada dal Viadotto della Manna Tre Torri, sprecando danaro pubblico e creando un doppione inutile.

Infatti partendo da lì i soldi stanziati (circa 35 milioni) non sono sufficienti per completare l’opera. La strada, con l’attuale progetto, è destinata a fermarsi all’altezza della rotonda del ristorante incontro ed a rimanere incompiuta.

Avete capito bene, 35 milioni di euro per creare una strada perfettamente inutile, un doppione di quella già esistente.

Tutti i soldi andrebbero spesi in gallerie e viadotti costosissimi perché il tratto che va dalla Manna Tre Torri alla rotonda dell’incontro è pieno di falde acquifere e problemi geologici di tutti i tipi.

Vogliamo spiegare però soprattutto la nostra proposta risolutiva, quella di fare un tracciato più breve, a minor impatto ambientale e meno costoso.

Una strada che parta direttamente dal ristorante Incontro per arrivare fino all’altezza del quartiere Rodegher a Cardito, in modo da saltare tutto il traffico.

Il percorso originario che parte dalla Man a tre torri vogliamo che venga stralciato.

Occorre una variante di progetto che è più che giustificata dagli enormi problemi geologici presenti.

In 15 anni la vecchia politica non è stata in grado di realizzare una strada di appena 4 chilometri.

L’incompetenza amministrativa di chi ci ha preceduto ha messo un intero paese in ginocchio.

È ora di mandarli a casa.

Questo è il motivo che ci ha spinto ad organizzare un incontro tematico in contrada Manna, per spiegare tutta questa situazione ai cittadini.

Il Candidato a Sindaco Mario Iuorio vuole inoltre confrontarsi su altre priorità, come la necessità di intervenire sulla viabilità esistente, concentrandosi sia sulle contrade abbandonate a se stesse che sulla strada di Cardito. È possibile da subito, con piccoli interventi far defluire il traffico in modo da non creare quel tappo che danneggia tutti, dai commercianti al centro storico fino all’accesso in Ospedale.

Partecipa al cambiamento, condividi con i tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questi sono i tag HTML che puoi utilizzare

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.